Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli,accedi alla Cookies Policy
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie

Le bandiere di Genova al Campo Nazionale

  • Stampa

 

La bandiera di Genova sventolerà dal primo al tredici agosto, a Vialfrè, in provincia di Torino, per il Campo Nazionale 2018, insieme ad altre provenienti da Italia, Egitto, Francia e Israele.

È stata l’assessore al Turismo Paola Bordilli a consegnare il vessillo di San Giorgio ad una nostra delegazione degli esploratori che parteciperanno – insieme ad oltre quattromila scout – a questo appuntamento.

Il tema del campo sarà l’avventura, da vivere attraverso l’utilizzo di strumenti e tecniche tipiche del metodo scout: aria aperta, servizio, espressione, fuochismo, nautica, orientamento, pionierismo e passeggiate nella natura e altro ancora.

Da Genova partiranno più di cento ragazzi e ragazze, provenienti dai diversi quartieri cittadini, accompagnati da oltre trenta adulti volontari che lavoreranno per rendere possibile questa esperienza, dopo un anno di intensi preparativi.

“Un’esperienza formativa bellissima – ha detto l’assessore Paola Bordilli – che offre l’opportunità ai ragazzi genovesi di vivere fianco a fianco con centinaia di altri ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia e anche da altri paesi. Il senso della bandiera di Genova, così come delle altre bandiere, è rimanere legati alle proprie origini non rinunciando ad aprirsi alla condivisione di esperienze, forti della propria identità”.

I nostri esploratori saranno inseriti in uno dei tredici sottocampi allestiti e che ospiteranno ognuno circa trecento ragazzi dai 13 ai 17 anni. Ogni sottocampo isserá le bandiere di tutti i Comuni rappresentati per sottolineare la ricchezza e la molteplicità delle esperienze e delle città presenti.

Il CNGEI è da oltre cento anni impegnata, con si suoi valori, a costruire un mondo migliore attraverso l’educazione dei futuri adulti cittadini con un’attenzione particolare all’ambiente, al sociale e alla reciproca collaborazione.